Londra 2015

Ciao,

continuando la striscia dei post riguardante le vacanze fatte, comprese le foto caricate su flickr, con questo post sono arrivato ai 4 giorni fatto a Londra nell’orma lontano Agosto 2015. Le foto potete vederle seguendo questo link. Come anticipato sul post riguardante il Lago d’Iseo, fecu solo 4 giorni e fu un caso curioso la decisione di andarci.

Retroscena: nel 2016 un mio amico si è sposato con una ragazza di Valmontone e dal 2013 faceva avanti indietro tra Milano e Valmontone propio: disoccupato/sottooccupato fino ad inizio di quest’anno. A maggio viene su a Milano per un paio di settimane ed andiamo a bere una birra a bicocca: mi butta li che dopo ferragosto va a Londra 4 giorni per vedere uno spettacolo teatrale la con l’allora fidanzata e le sue due sorelle. Visto che aveva preso un appartamento da sei posti vicino Victoria Station erano disponibili una stanza con due letti. Visto che suo fratello stava vedendo i voli da Milano c’era ancora un posto libero. Io non avevo mai visto Londra e ne approfitto per “occupare” il posto letto.

Per quel poco che ho visto in quei 4 giorni devo dire che ho apprezzato la possibilità di avere tanti contesti diversi anche se nel piccolo contesto del centro città che ho girato.

Prima volta che ho partecipato ad una vacanza in cui le persone si sono ritrovate direttamente nella destinazione della vacanza partendo da due città italiane (due da Milano e 4 da Roma).

Luca

Annunci

Documentario sul Parco Media Valle Lambro: come guida un’attore non vedente

Corriere di Sesto

Dal Parco Media Valle del Lambro di Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:

Il parco (in)visibile” è il titolo della proposta progettuale che ha vinto la selezione pubblica per la realizzazione di un documentario sul Parco Media Valle Lambro. Ed è il regista Davide Gatti a stupirci con una bellissima idea.

Il documentario, che servirà a raccontare il Parco, il progetto che lo ispira e la strategia che ne guida la realizzazione, avrà una guida insolita: Gianfranco Berardi, attore non vedente, accompagnerà lo spettatore alla scoperta del PMVL, con ironia, curiosità, entusiasmo e tutti e quattro i sensi all’erta. Il quinto, la vista, sarà integrato sia dallo spettatore sia dalle persone che la guida incontrerà sul suo cammino. La videocamera indagherà il rapporto tra il Parco e gli intervistati: GEV, operai del depuratore, ortisti, agricoltori, sportivi, ex lavoratori delle fabbriche che c’erano sul suo territorio.

Un parco percepito…

View original post 114 altre parole