Camminare. Appunti di una camminatrice per caso.

Il nuovo mondo di Galatea

Camminare, alle volte bisogna fare così: camminare senza meta. Infilarsi nei viottoli di campagna, seguire gli argini dei fossi. E per magia, succede qualcosa, non sai bene cosa, o quando. Come se varcassi una soglia, come se fossi assorbita in qualcosa d’altro.

Camminare. A me piace camminare per la campagna, anche quando campagna non è più, ma ormai è un patchwork di villette e condomini, e strade e bretelle. Perché di botto, girando un angolo, infilandoti in un anfratto, è come se si squadernasse tutto, e i secoli si mischiassero alla rinfusa. E tu che sei lì, e sai benissimo che a pochi metri, dietro una siepe, c’è la strada, e l’asfalto, il lavoro, la famiglia, la tua vita, non sei più lì, o meglio sei ancora lì ma in un tempo lontano. Nel silenzio vedi gli alberi e i boschi che ricoprivano quella terra in epoche lontane, senti i…

View original post 182 altre parole

Annunci

La mia amata Val Pusteria è un paradiso in ogni stagione, ma in Val Pusteria quando piove cosa si può fare?Uno dei dilemmi più grandi di chi va in montagna e trova pioggia è proprio cosa fare… Non tutti infatti hanno voglia di camminare sotto l’acqua, un po’ per mancanza di attrezzatura, un po’ perchè…

via Val Pusteria quando piove: cosa fare — Il Mondo secondo Gipsy

Ai lati dell’inarrivabile coppia di mercato Andoid e iOS, esiste un piccolo sistema operativo chiamato Sailfish OS, destinato essenzialmente a utenze business che necessitano di avere su mobile una gestione superiore allo standard per quanto riguarda MDM (piattaforme che si occupano della gestione centralizzata dei dispositivi mobili usati dai dipendenti di un’azienda) e VPN (reti […]

via Sailfish OS: il terzo incomodo — Life in a Byte

Cambia vita

Creando Idee

Un lavoro che non ci soddisfa, una città che si sente stretta o una storia d’amore finita male: sono tanti i motivi che  fanno dire “basta, voglio cambiare“. Abbiamo voglia di sperimentarci diverse, più libere, vitali. Ma modificare le nostre abitudini non è facile, spesso non si sa da dove partire. Cambiare radicalmente non è possibile, e forse nemmeno auspicabile, meglio piuttosto partire dalle piccole cose, da cambiamenti facilmente alla nostra portata, che comunque ci daranno un senso di generale rigenerazione e “rivoluzione” interiore. Se di solito tendi a fare tutto di fretta, comincia ad alzarti presto: osserva l’alba, prenditi qualche minuto per meditare e sognare ad occhi aperti e poi metti le scarpe da ginnastica e vai a fare una passeggiata o a correre se sei più allenata. Dopo un po’ di movimento, ti sentirai più motivata per affrontare il resto della giornata.La colazione è il pasto più importante…

View original post 250 altre parole